Archive for the ‘Energie alternative’ category

Una acciaieria può non inquinare?

July 25th, 2014

A seguito della vicenda Ilva e dell’inquinamento di cui ha macchiato la città di Taranto, si è fatto un gran parlare del futuro strategico delle acciaierie.

Ma esistono acciaierie che non inquinano? O, in nome dei posti di lavoro, è una croce che bisogna mettersi addosso?

La risposta, positiva, arriva da Linz, città austriaca che in un ventennio è risalita fino al podio delle città meno inquinate d’Austria.

Qui sistemi di copertura e filtri innovativi dell’acciaieria impediscono la fuga di polveri e gas, i dipendenti sono protetti per evitare contatti con sostanze dannose, e si fanno monitoraggi periodici.

Energia pulita da pietra e acqua!

July 23rd, 2014

olivina_rockEnergia pulita ricavando idrogeno da roccia e acqua.

È l’idea di scienziati dell’Università di Lione che puntano a sfruttare una reazione chimica che avviene naturalmente – in tempi geologici – tra l’olivina (un comune minerale verde) e l’acqua, per esempio sui fondali oceanici.

L’olivina strappa un atomo di idrogeno e uno di ossigeno dall’acqua formando serpentino, un altro minerale, e lasciando dietro di sé idrogeno.

Gli scienziati hanno fatto avvenire la reazione a 200°C e ad una pressione di oltre 2000 atmosfere credendo che impiegasse settimane, ma dopo meno di 24 ore metà dell’olivina si era già trasformata.
Il merito è dell’aggiunta di alluminio. Potremo avere un modo “verde” per ottenere idrogeno, oggi per la maggior parte ricavato da idrocarburi.

Riscaldare la piscina con i pannelli solari

December 6th, 2013

Il tema del risparmio energetico oggi ricopre sempre più importanza ed interesse sia per la crescente attenzione alla salvaguardia dell’ambiente sia per la maggiore attenzione e necessità di ridurre le spese correnti.

 

Utilizzare energia elettrica per la piscina quando abbiamo a disposizione l’energia del sole gratuita e rinnovabile è in effetti un vero spreco. Anche perché il riscaldamento dell’acqua della piscina è uno di quei consumi energetici che può essere abbattuto facilmente con l’adozione di pannelli solari.

 

Installando dei pannelli solari è difatti possibile avere acqua calda gratuita d’estate e prolungare il periodo di utilizzo della piscina semplicemente sfruttando il calore del sole.

 

La soluzione è più semplice di quanto si possa immaginare ed anche il costo iniziale si ammortizza velocemente. Senza contare che parliamo di sistemi totalmente ecologici, sia perché sfruttano fonti energetiche rinnovabili  sia perché privi di emissioni dannose per l’ambiente.

Esistono diversi tipi di pannelli solari: vetrati, non vetrati, sottovuoto, ad aria. Parlando di riscaldamento dell’acqua della piscina prendiamo in considerazione i primi due:

 

  • Pannelli piani vetrati Sono i classici pannelli che vediamo sui tetti delle abitazioni. Il sistema a risparmio energetico più diffuso in Italia per la produzione di acqua calda sanitaria per l’intera casa.

 

  • Pannelli piani non vetrati – Anche chiamati “plastici”, perché realizzati in materiale plastico (PVC, polipropilene, neoprene, gomme sintetiche), sono formati da una serie di tubi di colore scuro che assorbe il calore all’interno dei quali viene fatta circolare l’acqua della piscina. Sono i collettori solari più semplici ed economici, utilizzabili però solo d’estate.

 

La scelta fra un sistema e l’altro dipende da diversi fattori, principalmente:

  • la zona climatica dove è collocata la piscina
  • il periodo di uso della piscina
  • la collocazione della piscina

 

Se utilizzate la piscina esclusivamente d’estate la scelta ottimale è quella dei pannelli non vetrati: il loro funzionamento difatti richiede una buona insolazione e temperature esterne superiori ai 20 °C. L’installazione di questi pannelli è semplice ed economica e la loro manutenzione minima.  Sono costituiti da una serie di tubi tenuti insieme a formare un telo da srotolare su di una superficie assolata del giardino nelle vicinanze della piscina.  Il loro funzionamento è semplice: attraverso la pompa l’acqua viene fatta circolare all’interno dei tubi e riscaldata dal calore solare assorbito. L’acqua riscaldata ritorna quindi nella piscina e il ciclo continua. Nelle piscine di piccole e medie dimensioni per la circolazione forzata dell’acqua non è necessario inserire una pompa aggiuntiva, è difatti sufficiente la pompa della piscina con l’aggiunta di un by-pass.

Se il vostro obiettivo è invece quello di usare la piscina anche in giornate fredde e senza sole, oppure se la vostra piscina è interna alla casa, la scelta deve cadere sui pannelli vetrati. Questo sistema ha un rendimento ed efficienza molto superiori rispetto ai pannelli non vetrati, scaldano l’acqua anche con temperature esterne basse e in condizioni di scarso irraggiamento solare.

 

Come vedete, sia che usiate la piscina solo d’estate sia che amiate un bagno caldo anche d’inverno, la soluzione rispettosa dell’ambiente e del vostro conto energia esiste: i pannelli solari.swim-ring-84625_1280

Dal 2018 tutte le nuove abitazioni saranno energeticamente autosufficienti

February 11th, 2010
L'Alto Adige incentiva case energeticamente autosufficienti dal 1995.

L'Alto Adige incentiva case energeticamente autosufficienti dal 1995.

Dal 2018 le nuove abitazioni in Europa dovranno essere autosufficienti energeticamente. Questo è quanto ha desciso il Comitato Industria ed Energia del Parlamento Europeo, dovranno quindi produrre da sole l’energia che consumano.

» Read more: Dal 2018 tutte le nuove abitazioni saranno energeticamente autosufficienti